• Lorenzo Pucci

È morta la Regina Elisabetta II: God bless the Queen


La Regina Elisabetta II è morta questa sera, 8 settembre 2022, in seguito a delle complicanze dovute alla sua avanzata età, un anno e mezzo dopo suo marito Filippo.

È stata sovrana del Regno Unito per 70 anni, festeggiati lo scorso febbraio durante il “Platinum Jubilee”.


70 anni di Regno

Incoronata nel giugno del 1953, Elisabetta II fu la prima sovrana ad essere incoronata in diretta televisiva e si trovò a governare non più su un impero ma su un ormai consolidato Commonwealth di nazioni indipendenti.

Durante il suo regno si avviò un forte processo di decolonizzazione, terminato nel 1997 con l’indipendenza di Hong Kong e la conseguente fine dell’impero britannico. [1]


Durante il suo regno la regina ha girato il mondo: celebri sono state le sue visite in Yugoslavia e Cina. Tra queste non si può non ricordare la visita fatta a Cagliari nel 1961 quando incontrò le principali cariche regionali e sua madre, che si trovava in Sardegna in seguito a una crociera sul Mediterraneo. [2]


Ma non solo, perché governare per così tanto tempo implica una forte presenza in alcune delle fasi storiche più importanti del Paese, anche con gesti che dai più possono essere giudicati impopolari come la celebre stretta di mano avvenuta nel 2012 tra Elisabetta e il viceministro dell’Irlanda del Nord Martin Mcguinnes, un ex combattente dell’IRA. [3]


Nella tradizione inglese è il sovrano che da l’incarico di formare il nuovo Governo alla maggioranza parlamentare, e durante il suo regno Elisabetta II ha dato l’incarico ben 15 volte. L’ultima proprio lo scorso 6 settembre alla nuova leader del partito conservatore Liz Truss.

Con l’affidamento dell’incarico a Truss si è rotto un protocollo storico: per la prima volta è stato il futuro primo ministro a recarsi dal regnante in Scozia e non il contrario: questo a causa dell’età della regina.


Operazione “London Bridge”

Essendo la figura centrale del Regno Unito, in occasione della sua morte è stato studiato un piano ad hoc. Verrà allestita una camera ardente a Holyroodhouse, sede del parlamento scozzese, per poi essere trasportata nella cattedrale di St. Giles. Questa processione segue la Royal Mile, un’antica via che percorre il centro storico di Edimburgo. Dopo questa processione il feretro verrà messo nel Royal Train con direzione Londra. Il piano prende il nome di “London Bridge” e prevederà una processione da Buckingham Palace al palazzo di Westminster, dove il feretro verrà esposto al pubblico per 23 ore al giorno. [4]

È previsto che tutti i canali social del governo e della pubblica amministrazione vadano in blackout, mentre i vari siti istituzionali avranno un banner nero e saranno pubblicati esclusivamente i comunicati urgenti.

I funerali di Stato si svolgeranno al termine dei 10 giorni di lutto nazionale.


Fonti:

[1] J. Darwin, Britain, The Commonwealth and the end of the empire, BBC, 3 marzo 2011, https://www.bbc.co.uk/history

[2] M. Marcis, Lo sapevate? La regina Elisabetta II d’Inghilterra visitò Cagliari e Barumini nel 1961, Vistanet, 5 gennaio 2018, https://www.vistanet.it/cagliari/

[3] G. Sabella, Nord Irlanda, storico incontro tra regina Elisabetta e ex leader dell'Ira, Today, 27 giugno 2012, https://www.today.it/mondo/

[4] Redazione, Regina Elisabetta, cos'è l'operazione 'London Bridge', Adkronos, 8 settembre 2022, https://www.adnkronos.com/