• Alessandro Usai

Lockdown Nazionale episodio II (sventato?): “Il ritorno” o “Una nuova Speranza”?


Ad inizio settimana si ipotizzava di far partire un secondo lockdown nazionale (voce che è stata smentita dallo stesso CTS); esattamente a un anno dal decreto #iorestoacasa [1], le motivazioni per cui si è parlato di questa eventualità sono state molteplici:

  • aver superato la soglia dei 100.000 morti da Covid-19;

  • la ripresa del numero dei contagi che sembrerebbe preannunciare una terza ondata (per alcuni comuni sarebbe già in corso) come si può notare dalla figura 1;

  • la problematica delle varianti che amplificano il processo di trasmissione in Italia (al 2 marzo il 54% dei casi di infezione da coronavirus è causato dalla variante inglese). [2]

Figura 1: Variazione dei contagi dal 24/02/2020 al 8/03/2021.


Perché un nuovo lockdown?

Questa eventualità è stata influenzata anche dall’incremento dell’indice di positività, ovvero la percentuale di tamponi che risultano positivi sul totale di quelli fatti, arrivato al 7,6% nelle ultime settimane. [3] Il CTS avrebbe valutato nuove proposte per evitare un secondo lockdown, come l’anticipazione del coprifuoco di alcune ore, la previsione della Dad per tutti gli studenti o la chiusura dei locali nel weekend (quest'ultima per ora sembra essere l’unica voce veritiera). [4]

Figura 2: Attuale situazione del Covid-19

in Italia secondo la disposizione per colore.


L’intero Paese, in questo momento, si ritrova con lo stesso numero di casi giornalieri di fine ottobre e tutto ciò si ripercuote sul SSN (Servizio Sanitario Nazionale) che si ritroverebbe sull’orlo del collasso per via dell'aumento del numero di terapie intensive occupate (circa 12 regioni avrebbero raggiunto la soglia critica al 9/03/2021). [5]


Tutto questo rallenta ulteriormente il processo di vaccinazione, che è anche l’unica arma per la lotta contro il virus; infatti, le regioni che hanno sempre avuto problemi dal punto di vista sanitario stanno dimostrando la propria arretratezza nel momento di maggiore necessità. Sardegna, Liguria e Calabria avrebbero somministrato poco più del 60% delle dosi che possiedono; probabilmente questo è influenzato dai vari problemi che queste tre regioni hanno con i rispettivi SSR (Servizio Sanitario Regionale), come ad esempio il problema del modello ATS (Azienda per la Tutela della Salute) per la Sardegna di cui si sta parlando nell’ultimo mese. Tenendo a mente che l’Italia ha una popolazione che supera i 60 milioni, secondo i dati del Governo sarebbero state somministrate (aggiornati al 9/03/2021) 5.587.792 dosi di vaccino; di queste solo 1.697.225 persone hanno ricevuto sia la prima che la seconda dose. [6]


L’obiettivo che avrebbe avuto questo lockdown.

Un nuovo lockdown, secondo chi l’ha proposto, servirebbe per incrementare la vaccinazione; infatti, pur essendoci delle linee guide provenienti dall’alto, questo processo dev’essere gestito a livello regionale (altro motivo per cui c’è un enorme divario tra le varie zone d’Italia). Ad esempio la Regione Lazio si è confrontata “con le task force israeliane già da diversi mesi per cercare di saturare al meglio gli slot. Soprattutto dividere per classi d'età consente di andare di corsa senza perder tempo nel fare elenchi e verificarli“. [7]


Martedì 9 marzo si è riunito il CTS in via del tutto emergenziale per inserire delle modifiche all’ultimo Dpcm che entrerà in vigore da lunedì 15 marzo [8] e, in seguito a ciò, ha richiesto al governo determinate misure per contrastare il contagio delle varianti permettendo, in questo modo, che venga facilitata la vaccinazione. Ecco le nuove misure restrittive proposte dal CTS:

  • serrata nel weekend per tutte le regioni nei giorni festivi e prefestivi;

  • verranno considerate zone rosse le regioni che presenteranno un’incidenza di più di 250 casi ogni 100.000 abitanti; ciò porterà a:

- chiusura delle scuole e tutti i negozi e servizi non essenziali;

- blocco degli spostamenti spostamento all’interno del proprio comune (se non per comprovate esigenze lavorative, salute o necessità); [9]

  • per le regioni che si trovano in zona gialla o arancione il CTS richiede al Governo maggiori misure di restrizione e controlli per evitare assembramenti tra giovani ed episodi di movida come avvenuto alla Darsena di Milano il 27/02/2021. [10]

Ieri, 12 marzo, il Consiglio dei Ministri ha varato il nuovo decreto Covid, contenente le restrizioni in vigore dal 15 marzo al 6 aprile.

Secondo il Dpcm, Friuli-Venezia Giulia, Piemonte, Lazio, Lombardia, Marche, Puglia, Veneto, Emilia-Romagna e la Provincia autonoma di Trento diventeranno zone rosse.


Fonti: [1] Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, 9 marzo 2020. Reperibile sul sito: https://www.gazzettaufficiale.it

[2] Varianti Covid. Il 54% delle infezioni è ormai da variante inglese. Meno contagi da quella brasiliana (4,3%) e sudafricana (0,4%), quotidianosanità.it, 2 marzo 2021, http://www.quotidianosanita.it

[3] Covid: 13.114 i nuovi casi, 246 le vittime. Il tasso di positività sale al 7,6%”, Ansa, 1 marzo 2021, https://www.ansa.it

[4] Coluzzi T., Cos’è la super zona rossa e perché rischiamo un nuovo lockdown nazionale dalla prossima settimana, Fanpage, 8 marzo 2021,

https://www.fanpage.it/politica/cose-la-super-zona-rossa-e-perche-rischiamo-un-nuovo-lockdown-nazionale-dalla-prossima-settimana/ [5] Artiaco I.,Terapie intensive sotto pressione in tutta Italia: 12 regioni raggiungono la soglia critica, Fanpage, 9 marzo 2021,

https://www.fanpage.it/attualita/terapie-intensive-sotto-pressione-in-tutta-italia-ma-12-regioni-raggiungono-la-soglia-critica/ [6] Presidenza del Consiglio dei Ministri, Report Vaccini Anti COVID – 19, aggiornato al 9/03/2021. Reperibile sul sito: https://www.governo.it

[7] Nicolini L., Vaccini, il Lazio si ispira al "metodo israeliano": al via le prenotazioni per gli over 70, RomaToday, 9 marzo 2021,

https://www.romatoday.it/attualita/vaccini-lazio-prenotazioni-77-72-anni.html [8] Zona rossa e stretta nei weekend, in arrivo nuove misure: ecco quando, Adnkronos, 11 marzo 2021, https://www.adnkronos.com/zona-rossa-e-stretta-nei-weekend-in-arrivo-nuove-misure-ecco-quando_W9TNTq7d11bW74xmv5tgX?refresh_ce [9] In Piemonte e nelle zone rosse si adotterà il “modello Codogno”. Tutto blindato sopra i 250 casi ogni 100 mila abitanti, Alessandria24.com, 9 marzo 2021, https://www.alessandria24.com

[10] Follia a Milano, rave party in Darsena. E Roma chiude le piazze, ilGiorno.it, 27 febbraio 2021, https://www.ilgiorno.it/cronaca/assembramenti-lombardia-milano-roma-1.6073756


Fonte figura 1: COVID-19 Situazione Italia (https://opendatadpc.maps.arcgis.com)