• Lorenzo Pucci

Puigdemont: Un arresto infinito


Se qualcuno avesse detto che la Sardegna sarebbe stata al centro di una disputa tra governo spagnolo e l’ex presidente della Catalogna Puigdemont, nessuno ci avrebbe creduto. Eppure, lo scorso 23 settembre, i poliziotti dello scalo aeroportuale di Alghero hanno arrestato il politico catalano, dando vita a una forte reazione da parte del mondo politico nazionale ed internazionale.


Chi è Puigdemont e perché è ricercato dal governo spagnolo?

Carlos Puigdemont i Casamajò è un giornalista e un politico catalano, membro del Partito Democratico Europeo Catalano e nono presidente della Catalogna. Fu uno dei principali sostenitori del referendum per l’indipendenza catalana svoltosi il primo ottobre 2017 e, in seguito al suo risultato, proclamatore dell’indipendenza della Catalogna. La dichiarazione d’indipendenza è il fulcro dell’accusa da parte della magistratura spagnola nei confronti dell’ex presidente catalano; con questa ha violato l’articolo 2 del titolo preliminare della Costituzione spagnola, che, similmente all’articolo 5 della Costituzione italiana, va a difendere l’integrità statale della nazione spagnola, definendola come indivisibile. [1]

In sostanza, Puigdemont e altri leader indipendentisti sono stati accusati dal procuratore generale spagnolo Josè Manuel Maza di ribellione, sedizione e appropriazione indebita. [2]

Mentre il sistema giudiziario spagnolo dava inizio alla procedura di incriminazione dei leader indipendentisti, Puigdemont abbandonava la Spagna per il Belgio.


Perché non viene mai catturato?

Appena lasciata la penisola iberica, il governo spagnolo ha subito emesso un mandato di cattura europeo mai eseguito durante la permanenza dell’ex presidente in Belgio. Nel frattempo, da distanza Puidgemont coordinava la campagna elettorale per l’elezione della nuova assemblea parlamentare della Generalitat catalana e le elezioni per il Parlamento Europeo. In entrambe le occasioni gli indipendentisti hanno ottenuto successo: la maggioranza dell’assemblea catalana e l’elezione di Puigdemont a Bruxelles.


Durante questi anni al di fuori della Spagna l’ex presidente è stato arrestato due volte: la prima volta in Germania e la seconda volta ad Alghero, in Sardegna. La sua situazione giuridica è ancora ambigua in quanto non appena arriva in determinati paesi del Vecchio Continente, viene subito emanato dalla Spagna un mandato di cattura europeo.

In Germania si è risolto con la mancata estradizione del politico spagnolo, in quanto, nel diritto tedesco non è contemplato il reato di ribellione. [3]

Al momento è stato rilasciato pure in Sardegna, ma il politico catalano dovrà sostenere il processo per l’esecuzione del mandato di cattura europeo malgrado i suoi legali sostengano che non ci siano le basi legali per un eventuale arresto. [4]


La Ministra della Giustizia Cartabia ha commentato la vicenda sostenendo che il suo Ministero non possa interferire sul caso in quanto non si tratta di una richiesta di estradizione e pertanto la decisione spetta alla magistratura italiana. [5]

Puigdemont e il suo team di legali sono sicuri di un mancato ritorno in Spagna, specie dopo quanto accaduto in seguito alla revoca della sua immunità da Europarlamentare avvenuta lo scorso marzo. L’ex Presidente provò a bloccare questo provvedimento tramite il Tribunale dell’Unione Europea, che rigettò l’istanza in quanto c’era la garanzia da parte del giudice Pablo Llarena, il magistrato che si sta occupando in Spagna del caso Puigdemont, che non sarebbe stato arrestato. [6]


Al momento non si sa con certezza il destino del politico catalano, ma con sicurezza sappiamo che un eventuale arresto di Puigdemont potrebbe far crollare il governo di minoranza guidato da Pedro Sanchez, che si regge anche grazie ai voti dei partiti indipendentisti spagnoli presenti nel parlamento nazionale.


Fonti: [1] M. Villa & A. Villafranca, Catalogna, Caos Referendum, ISPI, 29 settembre 2017, https://www.ispionline.it/it/pubblicazione/catalogna-caos-referendum-17800 [2] Redazione, Chiesta l’incriminazione di Puigdemont per Ribellione. E lui vola in Belgio, Avvenire, 30 ottobre 2017, https://www.avvenire.it/mondo/pagine/spagna-catalogna-puigdemont-incriminazione-ribellione

[3] C. Paun, Catalonia’s Carles Puigdemont arrested in Germany, Politico, 25 marzo 2018, https://www.politico.eu/article/carles-puigdemont-catalonia-arrested-germany/

[4] Redazione, Catalan separatist leader Puigdemont leaves Italian jail after arrest in Sardinia, France 24, 24 settembre 2021 [5] L. Milella, “Caso Puigdemont, il Ministero della Giustizia: “La competenza è dei giudici, non è un caso di estradizione”, La Repubblica, 24 settembre 2021, https://www.repubblica.it/politica/2021/09/24/news/caso_puigdemont_ministero_giustizia_studia_dossier_arresto- [6] Redazione, L’arresto di Puigdemont in Sardegna, Il Post, 24 settembre 2021, https://www.ilpost.it/2021/09/24/carles-puigdemont-arrestato-alghero-sardegna/