• Alessandro Usai

Sardegna arancione: perché si torna a un nuovo cambio colore?


Nelle ultime 24 ore si è iniziato a parlare del cambio di colore per la regione Sardegna da zona bianca a, direttamente, zona arancione; infatti, c’è stato un aumento dei casi di positività giornalieri (soprattutto nell’ultima settimana).


Dal 5 al 18 marzo i nuovi contagi accertati ammonterebbero a 1.357 [1] che, a parere di alcuni, è un numero di casi che può essere ancora contenuto e tenuto sotto controllo dalle ASL e da tutti gli operatori che contribuiscono alla lotta contro il virus nell’isola, affinché si possano mantenere aperte la maggior parte delle attività. Purtroppo, non c’è stato “solo un esiguo” aumento dei casi giornalieri, in quanto questo fenomeno avrebbe influenzato alcuni criteri come l’indice Rt passando, nell’ultima settimana, da 0,89 [2] a 1,16, superando, in questo modo, il limite posto a 1. Si ricorda che questo criterio misura il livello di “propensione al contagio” e dev’essere <1 affinché ci sia una bassa diffusione del virus (per ulteriori chiarimenti, vi rimando a un altro mio articolo). [3]


Alcuni potrebbero pensare che l’aumento di casi sia avvenuto esclusivamente a causa dell’arrivo di persone positive dal resto dello stivale; in realtà questo evento potrebbe influenzare l’aumento di casi nelle prossime settimane (perché l’esodo verso la terra promessa, per le seconde case è iniziato lunedì 15 marzo) e si ricorda che i sintomi del virus iniziano a manifestarsi, prevalentemente, dopo un “tempo medio di incubazione di circa 5 giorni (range: 2-14 giorni)” [4] (vedi anche il grafico della figura 1). Ergo ci si prepari a un picco.

Figura 1 (Fonte: https://www.multimed.it)


Cos’ha veramente influenzato l’indice Rt?

In realtà, dopo aver controllato i dati dal sito della Protezione Civile (figura 2), si può osservare come l’aumento dei casi sia avvenuto subito dopo la prima settimana di zona bianca (i dati dei giorni evidenziati in azzurro); infatti, se la media era di 79 casi giornalieri nella prima settimana, già dalla seconda settimana (i dati dei giorni evidenziati in giallo) si registra un aumento di circa 104,4 casi al giorno.

Figura 2: Elaborazione dell'autore su dati della Protezione Civile.

(Fonte dati: https://opendatadpc.maps.arcgis.com)


L’aumento è stato influenzato da vari fattori; prevalentemente la sensazione di “liberi tutti” che una buona parte dei residenti ha sentito nelle ultime settimane; ciò ha permesso che si venissero a formare assembramenti nei maggiori centri abitati (ad esempio quelli avvenuti, alcuni anche prima della zona bianca, a Oristano [5], Nuoro [6], Sassari [7] e Cagliari [8]). Tutto questo accadeva con la presenza della variante inglese nell’isola poiché, mentre si riteneva che questa fosse stata isolata in tre comuni (Bono, San Teodoro e La Maddalena) [9], sono stati scoperti nuovi focolai nel sud Sardegna. [10]

Un altro problema è che, pur essendoci la nuova campagna di vaccinazione, la Sardegna continua a rimanere all’ultimo posto tra le regioni col numero di dosi utilizzate (e sospendere la vaccinazione di AstraZeneca per circa tre giorni ha rallentato ulteriormente il processo); questo porterebbe a un rischio maggiore per le prossime settimane in cui è probabile che ci sia un alto numero di contagi, per i fatti sopracitati. [11]


Per questi motivi si parla di un rischio moderato per la regione, anche perché l’indice Rt della Sardegna (in continuo aumento) si avvicina a quello di regioni che attualmente sono in piena zona rossa (ad esempio il Lazio 1,31 e il Veneto 1,28).

In attesa dell’ordinanza del Ministro della Salute, si ricorda che, come previsto da Dpcm, quando una regione entra in zona arancione, deve rimane in questo stato per le successive due settimane. [12]


Fonti e note: [1] Dati sulla situazione Covid: https://news.google.com/covid19/map [2] Editoriale L’Unione Sarda, L’indice Rt in Sardegna è salito a 0,89, su l’incidenza ma sotto i 50 casi, 12 marzo 2021,

https://www.unionesarda.it/articolo/news/italia/2021/03/12/l-indice-rt-in-sardegna-e-salito-a-0-89-cresce-l-incidenza-ma-e-a-137-1125569.html [3] Per maggiori informazioni, qui c’è il link per verificare come funziona il calcolo dell’indice Rt direttamente dal portale dell’Istituto Superiore della Sanità: https://www.iss.it/primo-piano/-/asset_publisher/o4oGR9qmvUz9/content/faq-sul-calcolo-del-rt [4] Manifestazione clinica del Covid-19. Reperibile sul sito:

https://covidreference.com/clinical_it [5] Editoriale La Nuova Sardegna, Sabato di assembramenti in centro, 8 marzo 2021, https://www.lanuovasardegna.it/oristano/cronaca/2021/03/07/news/sabato-di-assembramenti-in-centro-1.39998908 [6] Editoriale Ansa, Primo sabato zona bianca, maxi -rissa nel centro di Nuoro, 8 marzo 2021, https://www.ansa.it/sardegna/notizie/2021/03/07/primo-sabato-zona-bianca-maxi-rissa-nel-centro-di-nuoro-_77cbc9b4-9e3c-4985-abcb-a8fb4b0d17e4.html [7] Editoriale L’unione Sarda, Sassari, assembramento in un minimarket: la polizia lo fa chiudere, 7 febbraio 2021, https://www.unionesarda.it/articolo/news-sardegna/sassari-provincia/2021/02/07/sassari-assembramento-in-un-minimarket-la-polizia-lo-fa-chiudere-136-1112946.html [8] Editoriale L’Unione Sarda, Cagliari, assembramenti e liti intervengono le forze dell’ordine, 20 febbraio 2021, https://www.unionesarda.it/articolo/news-sardegna/cagliari/2021/02/20/cagliari-assembramenti-e-liti-intervengono-le-forze-dell-ordine-f-136-1118006.html [9] Editoriale ANSA, Covid: 10 casi di variante inglese, La Maddalena in lockdown, 26 febbraio 2021,

https://www.ansa.it/sardegna/notizie/coronavirus_covid_19/2021/02/26/covid-10-casi-di-variante-inglese-la-maddalena-in-lockdown_318b9969-8e4e-41ab-9cdf-795cb255fdd0.html [10] Editoriale ANSA, Covid: altri 84 casi di variante inglese nel sud Sardegna, 12 marzo 2021, https://www.ansa.it/sardegna/notizie/2021/03/12/covid-altri-84-casi-di-variante-inglese-nel-sud-sardegna_f865d886-e9f6-4203-be57-b26364458ff1.html [11] Dati sull’andamento della vaccinazione in Italia, consultato il 19 marzo 2021, sul sito https://www.governo.it/it/cscovid19/report-vaccini/ [12] Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 14 gennaio 2021, reperibile sul sito: https://www.gazzettaufficiale.it