• Lorenzo Pucci

Il primo game di una lunga partita


Nonostante una giornata nuvolosa, la risposta all’affossamento del Ddl Zan si è fatta sentire anche a Cagliari. Davanti al T-Hotel si è tenuta una manifestazione contro quanto successo in Senato e in favore dei diritti delle minoranze: non si è parlato solo della comunità LGBTQIA+, ma anche di un’altra categoria che il passaggio della legge avrebbe tutelato maggiormente, ovvero quella delle persone disabili.


Durante il pomeriggio associazioni e personalità politiche hanno avuto modo di intervenire; tra queste Camilla Soru, consigliera comunale del comune di Cagliari e attivista che ha ribadito che “insulti, minacce e discriminazioni, non sono opinioni”, ricordando che con questa legge non si stava andando a caccia di privilegi, ma si stava cercando di dare protezione alle categorie a cui era indirizzato il Ddl.

Inoltre, era atteso lo stesso Alessandro Zan per la presentazione del suo libro Senza Paura, La nostra battaglia contro l’odio. Prima della presentazione però, c’è stato tempo per un breve intervento davanti alla folla, durante il quale il deputato ha definito l’affossamento del Ddl, come una “battuta d’arresto”, ma che allo stesso tempo “il cammino per i diritti civili è inarrestabile”.


In sostanza “è stato perso il primo game di una lunga partita”, o almeno questo è quello che pensa il deputato del Partito Democratico Andrea Frailis, presente sia come partecipante alla manifestazione che in veste di relatore alla presentazione del libro di Alessandro Zan.

Sia durante la manifestazione che all’interno della sala conferenze il messaggio lanciato dai politici è quello di resistere e di non lasciarsi turbare da quanto accaduto. Sia per Zan che per Frailis, per quanto le scene viste in Senato siano da intendere come dolorose per i destinatari della legge, non è questo il momento di mollare. Perché questa effettivamente era una legge supportata dalla popolazione, come dimostra un sondaggio rilasciato recentemente da EMG. [1]

Questo inoltre lascia presupporre che l’ala progressista del Partito Democratico non voglia mollare la battaglia per i diritti civili in Parlamento.


Fonti: [1] T. Coluzzi, Sondaggi politici, la maggioranza degli italiani a favore del disegno di legge Zan, Fanpage, 29 ottobre 2021,

https://www.fanpage.it/politica/sondaggi-politici-la-maggioranza-degli-italiani-a-favore-del-disegno-di-legge-zan/


Foto copertina: Manifestazione a sostegno del Ddl Zan, 30 ottobre 2021 (Fonte: TocToc Sardegna/Lorenzo Pucci)